10. Angolo “Dove Mi Porti Amore”

Piante utilizzate

Abelia (abelia grandiflora)
Azzeruolo bianco(crataegus azarolus)
Azzeruolo rosso(crataegus azarolus)
Bosso (buxus sempervirens)
Edera (hedera helix)
Fico d’India (opuntia ficus indica) Glicine (wisteria sinensis) Iris (iris germanica)
Lavanda (lavandula angustifolia)
Malus da bacca rosso
Noce (juglans regia) Olivo (olea europaea)
Rosa a cespuglio rifiorente a mazzi
Salvia officinale (salvia maxima officinalis) Tromboncino narciso (narcissus)
Vite americana (parthenocissus quinquefolia)
Fioriture stagionali (begonie , pansè)

In questa piccola piazzetta a forma di cuore convergono cinque stradine, al lato specchi asimmetrici accoppiati riflettono e moltiplicano la realtà che diventa un dedalo di immagini. In questo angolo, crocevia di emozioni, possiamo sostare e lasciare che i pensieri si dilatino per decidere quale direzione prendere. Allegoria della vita e dell’amore che a volte anche senza intrecci particolari ci costringe a fare scelte che danno consistenza alla nostra vita.

Pensiero e immaginazione

Dietro questo angolo di mondo c’è un filo di ricordi che si riconnette a me bambina: forse è da lì che è cominciata la mia avventura come creatrice di giardini. Ero al primo anno delle scuole medie, avevo 11 anni quando un giorno il trattore col rimorchio si fermò di fronte alla porta di casa per caricare mobili da portare nella casa nuova a soli cinquanta metri di distanza. Con la differenza che la casa nuova si affacciava sulla città mentre quella vecchia si affacciava sulla sconfinata campagna. Tristissima e arrabbiata col mondo per questo cambiamento decisi di salire su di un albero e non scendere mai più. Con tre susine ci restai fino a sera. Mandarono mio fratello a tirarmi giù. La nonna comprendendo il mio dolore mi permise di farmi un piccolo rifugio, in un angolo del suo terreno. Costruii quindi una tenda con due foglie di palma e un mini giardino per le formiche con molte stradine saliscendi. Fu così che realizzai il mio primo giardino.

La nostra vita è fatta di bivi, in cui si alternano incontri e occasioni. Scegliere come viverli è la decisione di un attimo in cui spesso ci giochiamo l’esistenza.

Giardino

Mappa

Installazioni

By using the site, you accept our use of cookies. more information

This site uses cookies to provide the best browsing experience possible. By continuing to use this site without changing your cookie settings or clicking on "Accept" you allow their use.

Close