18. I Palazzi della Tartaruga Gigante e il Mostro Giallo

Piante utilizzate

Albicocco (prunus armeniaca)
Caprifoglio (lonicera)
Cotonaster (cotonaster lacteus)
Edera (hedera helix)
Elicriso (helicrisum italicum)
Fico (ficus carica)
Graminacee (stipa tenuissima)
Iris (iris germanica)
Maggiorana (origanum majorana)
Olio (olea europaea)
Origano (origanum)
Pesco (prunus persica)
Raspo (iberis sempervirens)
Rosmarino (rosmarinus officinalis)
Salvia ornamentale (salvia greggii microphilla)
Vite uva fragola nera (vitis lambrusca nera)

In questo angolo fiabesco convivono originali creature dalle forme di draghetti e gargoyle che abitano in piccoli “Palazzi” fatti di pietra e vecchi oggetti riciclati assemblati con legno, palle di ceramica, edera e piante aromatiche. Una pigra tartaruga gigante gestisce questo curioso serraglio di creature che assopite aspettano visite. Una grande gabbia azzurra tiene imprigionato un terribile Mostro Giallo che si nutre dei raggi del sole che penetrano all’interno della gabbia. Per questo è così giallo e sorridente: un vero mostro di felicità!

Pensiero e immaginazione

Un po’ di consapevole follia non fa mai male. “Alla fine siamo tutti matti” dice il gatto della favola Alice nel Paese delle Meraviglie. “Ma io non voglio andare fra i matti” osservò Alice. “Bé non hai scelta” disse il Gatto. “Qui siamo tutti matti. Io sono matto. Tu sei matta.” “Come lo sai che sono matta?” disse Alice. “Per forza,” disse il Gatto: “altrimenti non saresti venuta qui”.
Ed io? Mi consolo pensando che la normalità alla fine è un termine relativo… e quindi poiché un giardino che si rispetti non può essere tale senza un mostro imprigionato o nascosto da qualche parte, non ho resistito e ne ho messi più d’uno! Si dice che per fare un giardino ci vogliono tre cose: l’orrido, l’esotico, il kitsch. Davanti e questa installazione ironicamente mi domando: quale di questi elementi è l’orrido e quale il kitsch?

Il Mostro Giallo rappresenta il lato felice di ognuno di noi che spesso rimane ingabbiato dalle nostre paure, pigrizie e manie qui rappresentate dai draghetti e dalla tartaruga.

Giardino

Mappa

Installazioni

By using the site, you accept our use of cookies. more information

This site uses cookies to provide the best browsing experience possible. By continuing to use this site without changing your cookie settings or clicking on "Accept" you allow their use.

Close